Magazine

SERVICE NAZIONALE 2017-2018
“Sight for Kids: i Lions per lo screening visivo dell’infanzia”

Sight for Kids

Sul service nazionale, approvato a larghissima maggioranza dai delegati al congresso di Roma, si rende opportuno intervistare il Governatore Delegato Alberto Soci per chiarire il senso e la portata dell’impegno cui sono chiamati tutti i Lions Club italiani.
L’opportunità nasce dall’oggettiva importanza del service, che direttamente si collega ad uno dei cinque obiettivi perseguiti dall’Associazione nel corrente anno lionistico.

Intervista al Governatore delegato Alberto Soci
Di Bruno Ferraro

Quale l’origine e gli obiettivi del service?
Sight for Kids è un service che si inserisce a pieno titolo nello straordinario impegno dei Lions di tutto il mondo nella lotta alla cecità e, più in generale, nei programmi legati alla vista. Ad oggi, questo bellissimo progetto è uno dei temi promossi dalla nostra Fondazione Internazionale (LCIF). Sight for Kids si prefigge fondamentalmente due obiettivi. Il primo è quello di sensibilizzare e informare genitori e insegnanti sulle problematiche da deficit dell’acutezza visiva (ambliopia in primis) nei bambini in età pediatrica. Circa il 3% dei bambini ne è affetto. Riconoscerne tempestivamente la presenza e mettere in campo le giuste cure diviene azione decisiva per la salute visiva del bambino.
Il secondo obiettivo del progetto Sight for Kids è conseguente al primo: contribuire alla tempestiva identificazione di deficit visivi nei bambini al fine di favorirne le cure.

 

Quali i vantaggi sul piano umano e sociale?
L’impatto che un progetto di questo tipo può avere in termini umani e sociali penso sia straordinariamente grande. Sapere che i Lions possono essere protagonisti nella salute dei più piccoli e contribuire attivamente alla loro crescita credo risponda da sé a qualsivoglia domanda in merito ai vantaggi di un tale impegno. Basti sapere che si stima che la percentuale di incidenza globale della miopia raddoppierà entro il 2050 sino a interessare il 50% della popolazione mondiale e che 19 milioni di bambini al mondo hanno problemi di vista. Pensare che 2 su 3 di loro avrebbero semplicemente bisogno di un paio di occhiali per correggere vizi di rifrazione come la miopia ci dà la dimensione dell’importanza di questo progetto, tanto a livello nazionale quanto su scala globale.

Come a tuo avviso il service va utilmente sviluppato dai club italiani?
Il Consiglio dei Governatori 2017-2018 ha dato vita ad un progetto ambizioso capace di coinvolgere l’intera realtà nazionale.
Analiticamente possiamo scomporre l’impegno verso il service Sight for Kids in due “Step” operativi...
Primo step - Sensibilizzazione e comunicazione/diffusione informativa rispetto alle problematiche da deficit visivo nei bambini in età pediatrica, spesso trascurate per mancanza di conoscenza, rivolto a genitori, insegnanti, educatori e istituzioni locali. Una vera e propria campagna informativa capace di accendere l’attenzione su questo importantissimo tema. Nella convinzione che anche comunicare sia una forma di servizio, questo primo step operativo coinvolgerà l’intero Multidistretto. Non un unico convegno, che nel caso specifico rischia di limitare la portata nazionale del progetto, ma tre workshop lungo lo stivale che veicolino il messaggio in modo più capillare e permettano ai distretti di coinvolgere con maggior efficacia le istituzioni locali.
Secondo step - Campagna di screening della vista nelle scuole, nei centri di aggregazione, nelle case comunali e in ogni luogo ci sia permesso di servire la nostra comunità. È un impegno decisamente importante che deve risvegliare nei club l’orgoglio dell’appartenenza oltre che la forza dell’azione. Immaginate cosa potrebbe voler dire che oltre 1.300 club si mobilitino per organizzare iniziative di sensibilizzazione e screening della vista... L’impatto su scala nazionale sarebbe straordinario e l’aiuto offerto alla comunità inestimabile.
LCIF in questa fase ci verrà in aiuto. Sarà aperto un “progetto multidistrettuale“ per l’acquisto della strumentazione portatile per lo screening: tutti i club e i distretti che vorranno aderirvi potranno farlo entro il 10 ottobre 2017.

Quali le sue prospettive a medio e lungo termine?
Sono certo che progetti come Sight for Kids siano destinati, oltre che ad entrare nel cuore dei Lions italiani, a far parte di quei service che non hanno tempo, capaci di divenire - come a livello internazionale - pietre miliari del servizio della nostra associazione. Quello che riusciremo a costruire quest’anno, sia in termini organizzativi quanto d’impatto sulle comunità sarà la base su cui strutturare e costruire il futuro di questo service in Italia. Proprio per tale ragione, abbiamo la responsabilità della sua riuscita e il bisogno di poter contare su ogni Lions del nostro multidistretto per raggiungere questi obiettivi, tutti insieme come un’unica grande squadra.

È possibile conoscere con congruo anticipo la data, il luogo ed i contenuti del Convegno Nazionale?
Come anticipato non vi sarà un unico convegno nazionale, ma tre workshop dalla forte caratterizzazione operativa distribuiti lungo il nostro Paese. Si parte con il primo nel sud Italia, quello d’apertura, ad Altamura (Distretto 108 Ab) il giorno 25 Novembre 2017. Il secondo, nel centro Italia, è programmato per il 27 Gennaio a Ravenna (Distretto 108 A) ed infine il 7 Aprile, nel Nord Italia, il workshop di chiusura (Distretto 108 Ib2). Le date del secondo e del terzo workshop verranno al più presto confermate. Saranno momenti di confronto e verifica del lavoro svolto, aperti ai Lions, ma destinati alle comunità e alle istituzioni.
Non mi resta che ringraziare l’amico Alberto Soci per la disponibilità data, nonché per la chiarezza e la precisazione delle indicazioni fornite, con l’auspicio che i club ne faranno tesoro.

Grand hotel montegrotto terme
view counter
Dueffe Sport
view counter
www.palazzomagnani.it
view counter
www.7-8novecento.it
view counter