Distretti e dintorni

Viva Sofia
due mani per la vita

L’approccio alla cultura dell’emergenza e del primo soccorso da parte dei cittadini non sanitari è l’obiettivo del Service MD “Viva Sofia, due mani per la vita” votato al 64° congresso nazionale di Sanremo e confermato come service nazionale al congresso di Roma del maggio 2017. Di Francesco Pastore *

Un service a costo zero che può insegnare a salvare una vita attraverso lezioni in cui vengono illustrate ed insegnate le manovre salvavita da eseguire in caso di emergenza per soffocamento da corpo estraneo o di arresto cardio-circolatorio, arresto respiratorio o perdita di coscienza.
Anni di formazione in questo settore ci hanno insegnato che la realtà italiana è ancora molto lontana da quella di altri paesi occidentali, in cui la diffusione capillare di queste manovre ha portato ad una diminuzione delle morti per arresto cardiaco o soffocamento da corpo estraneo solo per il “sapere, saper essere e saper fare”, ovvero per la formazione specifica in questo settore, che inizia in alcuni Paesi già in tenera età. Le cifre riferite all’Italia infatti sono drammatiche: 70.000 morti per arresto cardiaco ogni anno, un bambino ogni 10 giorni che muore per ostruzione delle vie respiratorie da cibo nel 70% dei casi, da giocattoli o altro nel restante 30%.

Distretti e dintorni

100 anni e non sentirli

Sabato 5 novembre a Padova, l’Accademia del Lionismo del Distretto 108 Ta3 ha presentato il 1° Workshop Formativo dal titolo “100 Anni e non sentirli”. Si è dato così l’avvio a un percorso di formazione consapevole rivolto a tutti i soci, ma anche a simpatizzanti o, come dice il Governatore Massimo Rossetto, “a coloro che sono Lions, ma ancora non sanno di esserlo”. Di Gabriella Salviulo

La mattinata è stata scandita da 3 momenti, differenti per contenuto, obiettivi e modalità comunicativa.
Il primo, un vivace, ma rigoroso intervento del PDG Claudio Pasini dal titolo “La storia del Lionismo da Melvin Jones alla sfida del Centenario” per ricordare che “se non si conosce da dove veniamo, è più difficile comprendere il presente, ma soprattutto progettare il futuro”.
A seguire, la dinamica presentazione “100 anni di Convention” da parte del PDG Mario Castellaneta che ha efficacemente paragonato la Convention a una olimpiade: un importante momento celebrativo dell’associazione e una straordinaria occasione di incontro tra soci di tutto il mondo. Assolutamente imperdibile quindi la “Convention Milano 2019”, che tanto impegno organizzativo sta richiedendo ai Lions italiani e in particolare al comitato organizzatore.

Distretti e dintorni

Scambi giovanili... Testimonianze

In occasione del XV Congresso d’Autunno del Distretto 108 Ab Puglia sono stati presentati alcuni dei 24 giovani pugliesi che hanno partecipato al Programma Campi & Scambi Giovanili Lions 2016. Di Domingo Pace

I nostri giovani “Ambasciatori nel Mondo”, da poco rientrati da ben 21 paesi di tutto il mondo, hanno voluto condividere con i soci del Distretto 108 Ab la loro recente esperienza e trasferire direttamente il loro entusiasmo per questa esperienza esaltante. Bastava guardarli negli occhi per vedere in loro ancora il ricordo di 3/4 settimane vissute a migliaia di chilometri da casa e che hanno contribuito ad arricchire il loro bagaglio di vita.
Alessandra Adamo (Virginia, U.S.A.), Laura Nicastro (Brasile), Antonio Rizzi e Francesco Bonadies (India), Domenico Carnimeo (Islanda), Valentina Chico (Spagna), Stefania Foligno e Matteo Bonadies (Australia), Rosalba Pallotta (Francia), Pietro Nicastro (Cipro), Marco Bonadies (Indonesia), Alessandro Toma (Serbia), Davide Gentile (Massachusetts, U.S.A.), Teresa Di Santo e Giorgia Caporale (Ungheria), Paola Lobaccaro (Austria), Martina Loporchio (Taiwan), Martina Matera (Finlandia), Matteo Fracasso (Bulgaria), Raffaele Pagano (Inghilterra), Giuseppe Larocca (Danimarca), Carlotta Nicastro (Israele), Francesco Vitucci (Giappone), Antonello De Palma (Sud Dakota, U.S.A.). Presente anche il Leo Dario Pettico in procinto di partire per l’India nel periodo invernale, così come Ilenia Musto prossima a vivere l’esperienza in Giappone durante il prossimo periodo natalizio.

Distretti e dintorni

Una mela per chi ha fame
… e una proposta

Sabato 3 ottobre i Lions e i Leo del Distretto 108 Ib4 sono scesi nelle strade di Milano e dell’Hinterland milanese per il primo “Service del Centenario”, che si inquadra nel programma mondiale “Combattere la fame nel mondo”. La proposta dei Lions milanesi è di indire una “Giornata nazionale contro la fame”. Di Renzo Bracco

In breve, vediamo come si è realizzato il service: sono stati predisposti una ventina di gazebo, nelle zone a più alto flusso pedonale, per offrire una mela ai passanti. Perché una mela? Perché è un frutto simpatico, non a caso chiamato “il frutto della salute”, contiene le vitamine B1, B2, B3, B9, C, il 3% di fibre e una buona quantità di ossidanti. La mela è stata da sempre protagonista: basta ricordare cosa avvenne nel Giardino dell’Eden. Nella mitologia si narra che una mela fu il dono di Paride ad Afrodite. Si deve ancora ad una mela se fu scoperta la legge della gravitazione universale quando, secondo Voltaire, cadde sulla testa di Newton.
Ecco spiegato perché Lions e Leo si sono affidati alle mele per raccogliere fondi a favore di tre istituzioni che lottano quotidianamente contro la povertà e la fame...
• L’Associazione del Pane Quotidiano, che dal 1898 raccoglie e offre cibo a chi ne ha bisogno: sono oltre tremila i pacchi di alimentari che vengono distribuiti ogni giorno a chiunque si presenti nelle due sedi milanesi. Immutato da oltre un secolo il motto: “Fratello… qui nessuno ti domanderà che sei, né perché hai bisogno, né quali sono le tue opinioni”.

Distretti e dintorni

Un nuovo messaggio d’amore

La “Casa disabili” di Linguaglossa si è arricchita di una palestra. È stata inaugurata all’inizio dell’anno sociale dal Governatore del Distretto 108 Yb Sicilia Vincenzo Spata. Di Franco Amodeo

La nuova struttura sportiva è stata dedicata a Sergio Aiello, morto in un tragico incidente stradale nell’agosto del 2015, figlio del Lion di Partinico Serienanus Tommaso Aiello, addetto stampa distrettuale, che ha contribuito alla realizzazione dell’opera in ricordo del figlio.
Il prof. Salvatore Castorina, tenace sostenitore per la realizzazione della “Casa disabili”, ha ricordato la storia di Concettina che  ha voluto questo centro di forte richiamo sociale che sorge a Linguaglossa alle pendici dell’Etna, in Piazza Melvin Jones.
La  casa è stata aperta nel 2006 e realizzata con i fondi della Fondazione Internazionale Lions e con i contributi dei Lions grazie al service “un mattone per i disabili” e al forte impegno del Lions Salvatore Castorina che, in questa occasione, ha illustrato la luminosa azione di quanti si sono prodigati per la realizzazione di questa struttura.
Il sindaco Rosa Maria Vecchio ha messo in risalto l’opera  dei Lions a Linguaglossa e il Vescovo di Acireale,  Antonio Raspanti, ha ricordato che “considerare le persone che hanno degli svantaggi è un segno di grandissima civiltà e rende umani noi”.

Distretti e dintorni

A Casa di Anna ci sono i Lions

Prima “Fattoria sociale” della provincia di Venezia, la “Casa di Anna” è una realtà che produce ortaggi e frutta biologici con persone disabili e detenuti, grazie a speciali convenzioni con il SIL dell’ULSS 12 e il servizio UEPE del carcere di Venezia, Treviso e Belluno.

Sostenuta fin dalla sua nascita dal LC Venezia Host, e grazie anche all’impegno condiviso con il LC Dogi Contarini, “Casa di Anna” beneficia di un importante contributo di 100.000 dollari dalla Lions Clubs International Foundation (LCIF): ad annunciarlo Giancarlo Buscato, Governatore del distretto 108 Ta3 (a.l. 2015-2016), proprio a Casa di Anna, Zelarino, sabato 11 giugno in occasione della grande festa per la posa della prima pietra nel cantiere di restauro e costruzione che entro la fine dell’anno realizzerà anche le strutture sostenute dalla LCIF che consentiranno lo sviluppo di laboratori di trasformazione dei prodotti agricoli garantendo ulteriori possibilità di inclusione sociale e lavorativa.
“Grazie alle nuove strutture le attività di formazione e inserimento lavorativo, sociali e per il territorio si moltiplicheranno”, racconta Piero Pellegrini, fondatore di Casa di Anna. “Siamo felici e soddisfatti - continua - di come stanno andando le cose. Finché Casa di Anna era un progetto sulla carta, ci consideravano dei semplici entusiasti. Ma oggi chi passa per i nostri campi per vedere con i suoi occhi, resta colpito vedendo come nella nostra fattoria solidale l’integrazione sociale sia un fatto quotidiano e concreto”.

Distretti e dintorni

Oak Brook nel Ta2 e nel Ta3

Il Ta2 e il Ta3 diventano il set delle riprese della sede Americana. L’amicizia e la condivisione fattiva ci hanno permesso di portare nei nostri Distretti la troupe della Divisione PP.RR. del Lions International al fine di realizzare video promozionali di service di concreto sostegno alla Comunità e per gratificare il lavoro dei nostri club, protagonisti di quanto realizzato dalla Sede Centrale per promuovere il lionismo nel mondo. Di Chiara Brigo e Anna Dessy

Le quattro persone incaricate delle riprese, soci di un Lions Club di Chicago, si sono rivelati competenti e professionali ma anche persone di gran cuore. Carole, Kristopher, John e Mark, sono rimasti in Italia dal 13 al 18 ottobre 2015. Le riprese hanno interessato service che si stavano realmente sviluppando in quel momento, nulla di artefatto o di ricostruito ad hoc, nessun attore, bensì iniziative con reali fruitori dei servizi ai quali sono state fatte firmare tutte le dovute liberatorie.
Le riprese sono iniziate nel Distretto Ta2 e hanno riguardato l’Università della Terza età, creata nel 1982 per iniziativa dei LC Trieste Host e Trieste San Giusto, diventata ben presto polo culturale per gli anziani di Trieste e oggi più che mai vitale con i suoi 1.750 allievi per anno suddivisi in 300 corsi, oltre a 30 corsi di laboratorio.

Distretti e dintorni

Salute in piazza con il Campus medico Lions

Quando la solidarietà dona salute... 24 medici hanno visitato gratuitamente 1.815 persone. Un impatto sulla popolazione di Moncalieri e tanta visibilità sui media. Il secondo Campus sarà organizzato il 17 aprile e l’offerta sanitaria sarà estesa anche ai bambini.

Immaginatevi di essere un medico di base e di visitare un paziente cagionevole di salute. Di riscontrare in lui dei problemi e di scoprire che gli avevate prescritto, oltre 6 mesi fa, degli esami molto importanti. Chiedete di vederli, non dopo aver rimproverato il paziente del ritardo con cui è ritornato da voi, e di scoprire che lo stesso non li aveva ancora fatti… Ma come! Vi arrabbiate pure ma poi, il paziente, piangendo, vi gela: Sa, dottore, per fare gli esami bisogna pagare il ticket e io quei soldi non li ho…
Non è fantasia. È realtà vissuta da troppi medici…
La crisi economica degli ultimi anni, la disoccupazione, gli esodati, i giovani che non trovano lavoro... tutti motivi che certamente non hanno favorito la salute della popolazione italiana, costringendo alcuni, i più deboli, a privarsi anche di esami e di cure indispensabili.

Distretti e dintorni

A Bari un centro So.San.

Martedì 8 dicembre è stato inaugurato, presso la palazzina 7 del lungomare 9 maggio del quartiere San Girolamo di Bari il Centro Solidarietà Sanitaria Lions “Maria Ausiliatrice”. Di Maria Pia Pascazio Carabba

Come ha ricordato il coordinatore del Centro, Angelo Iacovazzi, la struttura funzionava come punto di ascolto da due anni su progetto di Beniamino Cristian Pomes, presidente del LC Bari San Giorgio. Quasi tutti i soci, amorevolmente, prestavano la loro opera, compreso il socio Ivano Accettura.
L’inaugurazione è stata preceduta dal meeting distrettuale: “Migranti e nuove povertà: sfide e opportunità del territorio”, presso l’Auditorium Istituto Comprensivo Eleonora Duse a Bari, presieduto dal Governatore del Distretto 108 Ab Alessandro Mastrorilli, dal Direttore Internazionale Gabriele Sabatosanti Scarpelli, dal Presidente della Solidarietà Sanitaria Lions Salvatore Trigona.
Il presidente della So.San., felice per la realizzazione anche in Italia dell’importante service permanente, ha ringraziato l’ID Gabriele Sabatosanti Scarpelli per averlo incluso come “Progetto per gli immigrati” al Forum Europeo di Aubsburg. Ha poi ricordato che in Puglia, quello di Bari è il secondo Centro So.San. dopo quello dell’ospedale Miulli di Acquaviva.

Distretti e dintorni

Mogliano... “Noi facciamo così”

Medici Lions al servizio dei poveri... Ha ripreso, con la fine di ottobre, il programma di visite mediche specialistiche gratuite per i meno abbienti organizzato per il 22° anno consecutivo dal Lions Club e dal Leo Club di Mogliano Veneto. Obiettivi dichiarati, la prevenzione del glaucoma, del melanoma, delle neoplasie di bocca e gola, dei disturbi visivi e odontoiatrici del bambino dai 4 agli 8 anni. Di Dario C. Nicoli

E' un programma che si inserisce a pieno titolo nel filone della lotta alle nuove povertà messa in atto dal Lions Clubs International e che, nel tempo, si è consolidato al punto da rivelarsi un progetto indispensabile alla popolazione, soprattutto in questi momenti di crisi, e un esempio di come si possa svolgere service di grande spessore a costi contenuti.
“L’inizio del programma risale al 1993 con le visite di prevenzione al glaucoma e per la sensibilità di un nostro socio che aveva quel problema - spiega in una relazione Luciano Pescarollo, del LC Mogliano - Conosceva le conseguenze della malattia e la semplicità della prevenzione. Ne parlò con l’Amministrazione Comunale che, vista la disponibilità degli specialisti a prestare un servizio gratuito alla popolazione, mise subito a disposizione un locale per le visite con sala d’aspetto”.

Grand hotel montegrotto terme
view counter
Dueffe Sport
view counter
www.palazzomagnani.it
view counter
www.7-8novecento.it
view counter