Mondolions

La LCIF cambia la vita

Un nuovo edificio scolastico, 70 borse di studio, i soccorsi di emergenza per il ciclone in Tonga, il Centro Sociale di Oftalmologia a Casablanca, che assiste solo i poveri e i non assicurati, sono una piccolissima parte di quanto ha fatto e fa la nostra Fondazione Internazionale dal 1968. Di Eric Margules

Gli scolari nel lontano villaggio di Kyon in Burkina Faso fanno lezione in una piccola capanna di una sola stanza che ospita tutte le classi e tutti gli studenti del villaggio. Con l’aumento degli alunni che frequentano, alcuni insegnanti sono costretti a fare lezione all’aperto.
Tutto questo cambierà grazie ai Lions del Distretto 403 A1, i quali costruiranno un nuovo edificio scolastico, con servizi ampliati per gestire il maggior numero di studenti, grazia a un sussidio standard di 34.000 dollari della Lions Clubs International Foundation (LCIF).
Il nuovo edificio scolastico, che sarà caratterizzato da tre aule, l’ufficio dell’insegnante e un ripostiglio, è stato progettato e costruito localmente con il supporto dei Lions Amitie Villages. Nelle vicinanze verrà costruita anche una struttura separata con servizi igienici per fornire ulteriore sostegno agli gli studenti. Grazie alle attività dei Lions locali e al Sussidio Standard LCIF, circa 150 alunni in più ogni anno potranno frequentare la scuola in un ambiente per la prima volta confortevole e sicuro.

Multidistretto

Conoscerla per apprezzarla

Il perché del titolo è presto detto. I lions meno informati o semplicemente distratti hanno scarsa o nessuna conoscenza di quelli che sono i compiti ed il ruolo delle Commissioni Multidistrettuali, sebbene le stesse siano riportate negli ordinamenti dei singoli Distretti. Qualcuno probabilmente arriva a pensare che esse siano organismi destinati ad ospitare big del mondo lionistico non collocati da altre parti né suscettibili di un “pensionamento” lionistico anticipato.

Detta più comunemente C.A.I., richiama la sigla di una stimata e conosciuta associazione nazionale, che ha per scopo l’alpinismo e la difesa dell’ambiente.
Ecco, anche la nostra C.A.I. scala le vette, quelle dei nostri statuti e regolamenti, e difende l’Associazione tutta dalle interpretazioni non corrette, consigliando procedure, suggerendo tutti quei provvedimenti necessari per adeguare le attività di servizio dei club alle nuove esigenze delle comunità.
Incarichi delicati, impegnativi, in alcuni casi, anche recenti, cruciali per lo sviluppo del lionismo in Italia.
I componenti della Commissione, qualificati ed entusiasti, con la loro dedizione servono l’Associazione, garantendo con il rispetto delle norme, continuità e prospettive future ai club italiani.

Gianni Rebaudo
Governatore del Distretto 108 Ia3 e delegato dal Consiglio dei Governatori agli Affari Interni.
 

Magazine

La speranza è l’impegno comune a costruirla

Intervista a Don Luigi Ciotti

Tutti conoscono don Luigi Ciotti, un prete che da anni combatte battaglie particolarmente difficili, sempre a favore degli esclusi: per sensibilizzare le coscienze sul fenomeno mafioso, sulla urgenza di una cultura della legalità, fondamentale per una società veramente etica, pacifica, democratica, solidale. Il suo impegno per il miglioramento della società incontra duri contrasti dei quali la cronaca recente ci ha mostrato la preoccupante entità. Di Giulietta Bascioni Brattini

Luigi Ciotti, nato nel 1945 in provincia di Belluno, trasferito con la famiglia a Torino, è il fondatore del gruppo Abele che aiuta e accoglie gli emarginati. Ordinato sacerdote, gli viene assegnata come parrocchia “la strada”. Da quel tempo si impegna incessantemente contro il dilagare delle tossicodipendenze.
Promuove un gruppo di impegno giovanile, che prenderà in seguito il nome di Gruppo Abele, associazione di volontariato che interviene su numerose realtà legate all’emarginazione.
Da circa vencinque anni denuncia e contrasta la criminalità organizzata. Fonda il mensile “Narcomafie” e “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, divenuta punto di riferimento per numerosissime realtà del mondo della cooperazione, del sindacato, dell’associazionismo, della scuola.

Distretti e dintorni

Una mela per chi ha fame

I Lions e i Leo del Distretto Ib4 sono scesi nelle piazze per offrire mele e raccogliere fondi per tre associazioni che lottano quotidianamente contro  le povertà, quelle vecchie e quelle cosiddette nuove. Di Renzo Bracco

In realtà la povertà non fa distinzione alcuna, ed è dai tempi biblici che affligge una buona parte dell’umanità. Oggi, soltanto nel nostro paese, sono oltre tre milioni le famiglie in condizione di povertà relativa, e due milioni in povertà assoluta.
La prima destinataria del ricavato, in ordine di costituzione, è l’“Associazione del Pane Quotidiano”; nata nel 1898 per raccogliere il pane invenduto e distribuirlo ai poveri - in origine si chiamava “Boccon di pane” . Nel tempo ha cambiato nome, ma è  rimasto immutato, attraverso tre secoli, due guerre mondiali e tanto altro, il suo motto: “Fratello, qui nessuno ti domanderà chi sei, né perché hai bisogno, né quali sono le tue opinioni...”.  Nelle due sedi milanesi ogni giorno vengono distribuiti  alcune migliaia di pacchi alimentari a giovani, disoccupati,  immigrati, mariti separati rimasti senza casa e senza lavoro, pensionati: quest’ultimi ormai rappresentano quasi la maggioranza.

Grand hotel montegrotto terme
view counter
Dueffe Sport
view counter